Consigli

Rimedi naturali e non per liberare lo scarico del tuo lavandino

Sei alla ricerca di metodi efficaci e a basso costo per sturare il tuo lavandino intasato? Nel nostro articolo ti illustriamo le soluzioni più efficaci a cui puoi ricorrere!

Indice
  1. Sturare il lavandino con il bicarbonato
  2. Sturare il lavandino con una bibita gassata
  3. Sturare il lavandino con bicarbonato e aceto
  4. Sturare il lavandino con la soda caustica
  5. Sgorgare il lavandino con lo sturalavandino
  6. Pulire il tubo di scarico per sturare il lavandino
  7. Sturare il lavandino con il detersivo per piatti ecologico
  8. Sturare il lavandino con bicarbonato e cremor tartaro

Prima o poi capita a tutti di affrontare l’antipatico incidente domestico del lavandino otturato. A un certo punto, quando meno te l’aspetti, l’acqua e il sapone iniziano a defluire con maggior difficoltà e, nei casi peggiori, restano nel lavello senza andare giù, nello scarico.

Quando succede la prima cosa a cui si pensa è di correre a chiamare l’idraulico ma in realtà si può intervenire da soli, spendendo pochi euro, grazie a efficaci metodi fai da te naturali e casalinghi oppure a prodotti e attrezzi specifici veri e propri.

Di soluzioni del genere ce ne sono diverse e noi ti illustreremo le migliori su cui fare affidamento per liberare il tuo lavandino da capelli, sporco e residui vari.

Sturare il lavandino con il bicarbonato

Video del canale Carlo Gaiano

Il primo rimedio che ti suggeriamo è quello di ricorrere al bicarbonato, un prodotto che dovresti sempre avere in casa in quanto è utile per moltissime cose. Per preparare il composto necessario a sturare il lavandino ti occorrono i seguenti ingredienti:

  • 2 cucchiai e mezzo di sale grosso da cucina
  • 2 cucchiai e mezzo di bicarbonato di sodio
  • ¾ d’acqua
  • Un cucchiaio
  • Una ciotola
  • Un pentolino

Procedimento

  1. Dopo aver versato in una ciotola i due ingredienti nelle quantità indicate, mescolali insieme per amalgamarli al meglio. 
  2. Versa la miscela nel buco del lavello otturato.
  3. Lascia riposare per circa un quarto d’ora mentre porti a bollore l’acqua.
  4. Versala sul composto, ovvero nel buco del lavandino. Metà da un lato e metà dall’altro se hai un doppio lavello.

Il tuo lavandino si libererà dagli elementi che lo hanno otturato e l’acqua tornerà a scorrere normalmente.

Sturare il lavandino con una bibita gassata

Video del canale A Casa di Fabiana

Le bibite gassate non solo sono buone da bere ma anche utili a sturare il tuo lavandino. Puoi ad esempio scegliere di usare la Coca Cola, come nel video tutorial che ti abbiamo proposto, oppure un’altra bibita simile.

Per questo procedimento ti occorrono:

  • Una lattina grande di Coca Cola o di altra bibita gassata
  • Bicarbonato di sodio

Procedimento

  1. Versa del bicarbonato dentro e intorno lo scarico del lavandino. 
  2. Prendi la Coca Cola o un’altra bibita gassata e gettane una parte nello scarico nello stesso modo in cui hai fatto con il bicarbonato.
  3. L’unione di questi due elementi farà sciogliere eventuali residui nei tubi e li pulirà per bene. Ripeti tutta l’operazione finendo l’intera lattina di Coca Cola. Alla fine fai scorrere prima l’acqua calda, per togliere i residui di bicarbonato, e poi quella fredda.

Questo procedimento è anche ottimo per prevenire eventuali accumuli nello scarico di capelli e di altri residui, per cui dovresti farlo una volta al mese.

Sturare il lavandino con bicarbonato e aceto

Bicarbonato versato in una ciotola

Il terzo metodo fai da te di cui ti parliamo adesso ha sempre tra gli ingredienti il bicarbonato ma stavolta è associato all’aceto

Per questo procedimento ti occorrono:

  • Un bicchiere di aceto
  • Mezzo bicchiere di bicarbonato
  • Due bicchieri di acqua bollente
  • Sturalavandini

Procedimento

  1. Mescola insieme in una ciotola il bicchiere di aceto e il mezzo bicchiere di bicarbonato per ottenere un composto omogeneo.
  2. Una volta pronto versalo nello scarico insieme a due bicchieri di acqua bollente.
  3. A questo punto usa lo sturalavandini per fare pressione e vedere se effettivamente lo scarico si è liberato. Se risulta ancora un po’ otturato, ripeti l’operazione per altre due o tre volte.

In alternativa, per un’azione più decisa, puoi sostituire all’aceto l’acido citrico. In questo caso dovrai usare un bicchiere di quest’ultimo e un bicchiere di bicarbonato.

Sturare il lavandino con la soda caustica

Dettaglio della mano di un uomo che versa la soda caustica nello scarico del lavandino

Nel caso in cui il tuo povero lavandino sia intasato in maniera molto seria, ti conviene ricorrere alla soda caustica, una sostanza chimica corrosiva. Per questo metodo ti occorrono:

  • 3 cucchiai di soda caustica
  • Un litro di acqua bollente

Procedimento

  1. Versa i tre cucchiai di soda caustica nello scarico insieme a un litro di acqua bollente.
  2. Aspetta una mezz’oretta e verifica se lo scarico è ancora otturato o no.

Una cosa importante da ricordare quando impieghi la soda caustica, è di indossare guanti di gomma, mascherina monouso e occhiali per proteggerti, in quanto si tratta di un prodotto molto aggressivo.

Sgorgare il lavandino con lo sturalavandino

Donna con lo sturalavandini nel lavello

Lo sturalavandini è un attrezzo che serve a sgorgare il lavello in modo meccanico senza usare alcun tipo di sostanza o prodotto. Quello che devi fare è posizionare la ventosa che si trova alla base sullo scarico ed esercitare una pressione verso il basso.

Mantieni la posizione per qualche secondo e subito dopo tira verso l’alto, in maniera tale da creare un vuoto. A questo punto i residui che intasavano lo scarico saliranno in superficie, liberandolo. Puoi ripetere l’operazione diverse volte. Una volta finito, fai scorrere dell’acqua calda per pulire tutto.

Pulire il tubo di scarico per sturare il lavandino

Sifone che viene smontato

Sotto lo scarico del lavandino si trova il sifone, un tubo dalla forma a P, che ha lo scopo di bloccare i residui di cibo e di sporco. Per liberare lo scarico, puoi agire direttamente sulla zona in questo modo:

  1. Poni una bacinella sotto al tubo di scarico.
  2. Svita il sifone e puliscilo dalle varie ostruzioni.
  3. Una volta finito, rimonta il pezzo, mettendolo al suo posto e facendo scorrere, subito dopo, dell’acqua calda per risciacquare.

Se hai bisogno di cambiare il sifone, puoi trovare nel nostro e-commerce le proposte più adeguate alle tue esigenze.

Sturare il lavandino con il detersivo per piatti ecologico

Se sei un sostenitore dei rimedi naturali e green e il tuo lavandino non è ostruito in maniera seria, puoi ricorrere al detersivo per piatti ecologico allo scopo di liberarlo dai residui che impediscono all’acqua di defluire correttamente. Per questo metodo ti occorrono:

  • Un  bicchiere di detersivo ecologico
  • Una tazza di acqua calda

Procedimento

  1. Metti il detersivo ecologico in un bicchiere e versalo nello scarico del lavandino.
  2. Aspetta qualche minuto, prendi una tazza di acqua bollente e gettala sempre nello scarico per liberarlo definitivamente dai residui che potrebbero essersi accumulati dentro di esso.

Sturare il lavandino con bicarbonato e cremor tartaro

Cremor tartaro in una ciotola

L’ultimo rimedio fai da te che ti proponiamo prevede l’utilizzo di questi ingredienti:

  • Mezza tazza di bicarbonato di sodio
  • Mezza tazza di sale
  • Un quarto di cremor tartaro
  • 1 litro di acqua bollente

Procedimento

  1. In una ciotola unisci mezza tazza di bicarbonato di sodio, mezza tazza di sale e un quarto di cremor tartaro e mescola per ottenere un composto omogeneo.
  2. Una volta pronto, versa il composto nello scarico del lavandino e poco dopo 1 litro di acqua bollente.
  3. Aspetta qualche ora affinché la soluzione faccia il suo effetto. Superato questo tempo, fai scorrere altra acqua per pulire e liberare i tubi definitivamente.
Scarico del lavandino con acqua che scorre

I metodi che ti abbiamo elencato sono un’ottima soluzione a basso costo per sturare il tuo lavandino. Valuta quale provare in base alla gravità della situazione. Ciò significa che se lo scarico è molto ostruito, dovrai ricorrere a quelli più decisi e aggressivi. Ti consigliamo infine di fare sempre molta attenzione a ciò che finisce nel lavandino soprattutto ai residui di cibo e capelli.

Ti potrebbe interessare anche: